Piastrelle decorate con la pasta

| | , , , ,

3tiles18lug13_11

Un’idea semplice e brillante da realizzare a scuola con la creta a lastre: piastrelle colorate e fantasiose impresse con vari formati di pasta.
Farfalle, penne, fusilli o spaghetti diventano degli interessanti strumenti per lasciare impronte sempre diverse sulla superficie liscia della creta fresca. Si possono creare  texture astratte o piccoli paesaggi… dando spazio alla fantasia.
Per colorare le piastrelle dopo la prima cottura ho usato gli ingobbi: ho applicato uno strato di nero su tutta la superficie e poi l’ho rimosso con una spugna umida in modo che il nero rimanesse all’interno delle parti incise. Successivamente ho colorato a pennello la superficie per poi passare la vetrina trasparente e procedere con la seconda cottura.

Precedente

Gli stendardi per la Scuola

Scenografie per una Cenerentola

Successivo

18 commenti su “Piastrelle decorate con la pasta”

    • Ciao! Ho fatto le piastrelle per preparare una lezione sulle taxture e trovo che con strumenti tanto semplice ed economici si possono creare cose meravigliose! Una mia amica di Bristol ha voluto 25 piastrelle per decorate la sua nueva cucina… E costa meglio della pasta per decorate una cucina? Pasta italiana, naturalmente

      Rispondi
  1. Ciao, Miriam, complimenti per il tuo nuovo sito: bella la grafica, ma soprattutto si trovano subito gli argomenti cercati. Arteascuola è una vera miniera di idee! 10 e lode!

    Rispondi
    • Grazie Barbara! Sono anche divertenti da realizzare, pensando ad una lezione con i bambini mi immagino quante forme e colori possono realizzare!

      Rispondi
  2. ciao Miriam. I lavori con la creta sono fantastici, ma mi chiedevo se fosse possibile realizzarli con il Das bianco o comunque usando le tempere e una vernice trasparente finale…insomma se non si puo’ usare il forno ci sono alternative?
    grazie
    Anna

    Rispondi
  3. Miram il tuo sito è uno spettacolo ed una scoperta continua, bellissimo!
    Ho un po invidia dei tuoi studenti, sono fortunatissimi ad avere davanti a loro tutti i giorni questo esempio di creatività.

    grazie per condividere con noi una parte del tuo lavoro

    Rispondi
    • Ciao Carlotta! Che bello sentirti, come va? State tutti bene?
      Hai cominciato a fare qualche laboratorio? Grazie a te per il commento graditissimo 😀

      Rispondi
  4. Ciao Miriam, complimenti per il tuo blog, è veramente molto interessante. lo guardo spesso per prendere spunto.
    Anch’io con i miei alunni ho fatto un laboratorio sull’argilla. Se sei interessata alle foto per un eventuale post ti invio volentieri le foto dei lavori realizzati dai ragazzi.

    Rispondi

Rispondi a Valeria Annulla risposta