SELFIE Artist Trading cards 2018

Quest’anno per il terzo appuntamento con lo scambio globale di carte d’artista (Artist Trading Card Global Swap 2018) abbiamo pensato di dedicare le nostre carte a noi stessi! Siamo partiti dai nostri SELFIE, fatti col cellulare, abbiamo stampato ed elaborato i nostri ritratti nello stile di Matisse e dei pittori Espressionisti. Il progetto prevede di produrre con gli studenti delle carte d’artista della grandezza di una carta da poker, e poi di spedirle in una scuola del Minnesota dove i responsabili del progetto le smisteranno e le manderanno a tutte le scuole partecipanti in giro per il mondo. Nei mesi successivi ogni scuola riceverà lo stesso numero di cards spedite, ma provenienti da tante scuole diverse nel mondo. L’ideatrice e l’organizzatrice di questo scambio è Nic Hahn, un’amica insegnante di Arte che gestisce il sito Minimatisse.   Per vedere tutti i lavori degli anni precedenti basta cliccare qui o inserire nella ricerca le parole chiave Artist Trading Cards.

Sullo sfondo delle nostre carte (ne sono state realizzate due a testa) abbiamo dipinto un piccolo quadro astratto a tempera, con campiture piatte o sfumate, mescolando i colori o sovrapponendoli con tecniche diverse. Abbiamo cercato di usare almeno quattro colori o più per lo sfondo.

  

Nella seconda fase abbiamo lavorato sulle stampe in bianco e nero dei nostri selfie. Dopo aver osservato alcuni quadri di grandi artisti come il “Ritratto con riga verde” di Matisse, abbiamo decorato i nostri volti con le matite colorate, in modo libero e con colori fantasiosi e brillanti.

 

  

Successivamente abbiamo tagliato il ritratto a metà. A questo punto abbiamo incollato ogni metà su ognuna delle due carte in modo da far apparire una parte del viso su ogni carta. La sagoma del selfie è stata poi contornata con una grossa linea nera fatta col pennarello indelebile, per “staccare” la figura dal fondo astratto.

   

 

Per rendere più preziose le nostre Artist Trading Cards abbiamo decorato ulteriormente lo sfondo astratto aggiungendo una scritta, una frase che ci piace e ci riguarda, e alcune decorazioni a pennarello, penna o matite colorate. Per ultima cosa abbiamo applicato un’etichetta sul retro col nostro nome e quello della nostra scuola.

 

  

 

Anche quest’anno quindi le nostre cards sono pronte per partire, arriveranno sui banchi di altre scuole, in tutto il mondo! Speriamo che insieme alle nostre opere arrivi anche un po’ della gioia e della fantasia che abbiamo usato per crearle, un messaggio di condivisione che con i nostri volti regala un po’ di noi stessi.

 

   

 

 

 

 

  

  

 

Salva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Speak Your Mind

*