Collage ispirato a Degas con video tutorial

| | , , ,

Ispirati alle celebri ballerine di Degas questi collage sono realizzati con carta da pacco e riviste. Per copiare la ballerina abbiamo utilizzato la fotocopia di una figura disegnata da Degas in bianco e nero, abbiamo ricalcato le linee principali sulla carta da pacco con la carta carbone e poi abbiamo lavorato sul chiaroscuro. La carta da pacco ha un colore avana, un marrone chiaro e caldo, e ha una texture vellutata su uno dei lati, su cui possiamo disegnare con un effetto pastello. Per prima cosa abbiamo colorato le LUCI, con il colore BIANCO a matita, e poi abbiamo colorato le OMBRE con il colore NERO.

Per realizzare questo collage a tecnica mista serve la fotocopia di un dipinto o di un disegno di Degas raffigurante una delle sue celebri ballerine. I materiali che servono sono: carta da pacco, carta carbone, una matita nera e una bianca, una rivista, un foglio bianco, forbici e colla.

Ecco il video tutorial con tutti i passaggi:

Con la carta carbone ricalchiamo le linee principali della figure, i contorni ed alcuni dettagli. Poi copiamo dalla fotografia le LUCI colorando con la matita bianca la carta da pacco in corrispondenza delle zone bianche che osserviamo nell’opera di Degas.

Successivamente aggiungiamo le ombre con la matita nera. La carta da pacco color avana darà le tonalità intermedie.

Ritagliamo la ballerina e prepariamo lo sfondo su un foglio di carta bianca. Tracciamo una linea obliqua sul foglio bianco e incolliamo pezzi di carta con testo, ritagliati da una rivista, nella parte bassa. Nella parte alta del foglio incolliamo pezzi di carta scura o colorata sempre ritagliati da una rivista.

Alla fine incolliamo la ballerina e disegniamo l’ombra portata sul “palcoscenico”.

Ecco i lavori finiti

Precedente

Pastelli ad olio: tante idee per una sfera

Natura morta su carta da pacco con video tutorial

Successivo

7 commenti su “Collage ispirato a Degas con video tutorial”

  1. è un lavoro bellissimo! appena rientro a scuola lo farò fare ai miei ragazzi. Sono uno dei docenti in fragilità e lavoro da casa. Sei sempre fonte di grandi ispirazioni. Grazie per condividere il tuo lavoro con noi!

    Rispondi

Rispondi a Sicuro G. Annulla risposta