Stampe a due colori ispirate alle Xilografie Espressioniste

Queste linoleumgrafie o meglio Adigrafie a due colori, sono state realizzate dai ragazzi di terza media con l’Adigraf, una gomma da incisione morbida e facilmente lavorabile. Inizialmente è stato preparato un bozzetto raffigurante un volto, ispirato ai ritratti che gli espressionisti tedeschi realizzavano con la tecnica della xilografia. I volti sono deformati e disegnati in modo libero ed espressivo, nello stile degli artristi del gruppo “Die Brücke”. Il bozzetto è stato poi trasferito sulla gomma Adigraf imprimendo la grafite del bozzetto sulla lastra.

La matrice è stata incisa per la prima stampa con delle sgorbie di varie forme. Gli studenti hanno inciso la loro figura facendo attenzione a scavare le aree “vuote” (spazi negativi bianchi) e lasciando le parti “piene” (spazi positivi colorati).

Dopo una prima stampa con il colore rosso la matrice in Adigraf è stata ulteriormente incisa con nuovi particolari. La seconda stampa con il colore nero è stata sovrapposta alla prima stampa in rosso, in modo da ottenere così una stampa a due colori. Nelle immagini vediamo il procedimento adottato.

Qui sotto il video tutorial realizzato da Chad Brown per il suo canale YouTube theartproject.com. L’entusiasmante collaborazione con questo insegnante americano continua e favorisce l’approccio alla lingua inglese in classe; per chi come me fa lezioni in CLIL è molto utile avere le istruzioni spiegate da un madrelingua. Vi invito a visitarlo e a guardare le svariate attività artistiche proposte nei suoi tutorial:

Comments

  1. STREPITOSI!!!
    Complimenti Miriam. Resto sempre a bocca aperta 😀

    • miriampaternoster says

      Ciao Emanuela! Grazie del commento! I ragazzi si sono divertiti molto, soprattutto nello scoprire che nella creazione artistica non è importante realizzare qualcosa di “bello” secondo l’idea di gusto che abbiamo comunemente. Questi volti sono espressivi, significativi, carichi di emozioni che vanno al di là del bello o del brutto. Ho visto tutti molto fieri delle loro opere!

    • greco sarina says

      questi lavori sono molto interessanti.vorrei sapere che inchiostro avete usato per le incisioni.grazie .

      • miriampaternoster says

        Ciao Sarina
        Abbiamo usato inchiostro all’acqua, mi sembra che fosse delle Fila, la stessa casa che produce l’Adigraf. A scuola conviene usare solo quello all’acqua perché l’inchiostro tipografico ( che si diluisce con solventi) creerebbe troppi problemi nella pulizia degli strumenti… e dei vestiti! 😉

  2. Kirchner non avrebbe potuto fare meglio.
    Splendidi!

  3. Antonietta Soccio says

    Semplicemente fantastici, brava Miriam! Sei sempre una fone inesauribile di idee:t

Rispondi a Livio Annulla risposta

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.